La Spagna scommette tutto sul Sole: L’energia solare è il futuro per la Terra.

OSR blog post

L’energia solare è considerata il simbolo per eccellenza dell'energia pulita e dell'energia rinnovabile.
La notizia è che un nuovo traguardo nel campo delle energie rinnovabili sta per essere raggiunto. Questa volta dalla Spagna che fra l’altro e già uno dei paesi lider nel mondo nella produzione di energia solare.
Con più di cinquanta impianti dislocati sul territorio la Spagna copre più dell’otto per cento del fabbisogno nazionale. Non male se si considera che a livello mondiale i sistemi che sfruttano l’energia solare producono solo lo 0,8% dell’energia totale.

Adesso un Team di ricercatori dell’Università Nazionale di La Plata con la collaborazione la collaborazione della Piattaforma Solare ad Almeria (Spagna) sta mettendo a punto un prototipo di concentratore solare in grado di fornire energia elettrico e calore per piccole città e industrie. L’idea è che con questa tecnologia si riescano a soppiantare una volta per tutte le non rinnovabili e le derivate del petrolio. Una sfida che i ricercatori vogliono portare a termine in breve tempo tanto che sono alla ricerca del luogo adatto per istallare il concentratore solare. Se riuscissero nel loro intento presto la nuova tecnologia potrebbe arrivare anche in Italia.

Anche se il progetto resta ancora un prototipo ed è molto ambizioso, i ricercatori nutrono grandi aspettative nei sistemi a torre solare in cui un campo di specchi chiamati eliostati sono situati intorno a una torre alta più di 100 metri. Gli eliostati seguono il Sole che proiettata i sui raggi sulla torre e convogliano l’energia per essere immagazzinata.

torre per energia solare

In questa maniera per la prima volta, senza la necessità di batterie, è possibile immagazzinare energia in serbatoi termici, e utilizzare il surplus di energia prodotto durante il giorno per coprire il consumo di energia richiede notte.

Secondo i ricercatori, questi generatori di energia ad alta concentrazione sono già in uso nei paesi più sviluppati del mondo ma non sono abbastanza potenti da rifornire di energia grandi aree come intere città. L’obbietti, infatti, sarebbe quello di sviluppare questi sistemi fino al punto da rendere indipendente, energeticamente parlando, anche grandi città con bassissimi livelli di inquinamento e di impatto ambientale.

Le torri solari poi, saranno collegati ad un impianto altamente tecnologici, già battezzati come “i motori del futuro” che serviranno a trasformare l’energia termica accumulata in energia meccanica ed elettrica.

Luis Martorelli, che dirige il Laboratorio di taratura ottica e test della Facoltà di Astronomia e di La Plata ha dichiarato che la Piattaforma Solare de Almeria, senza dubbio, è da considerarsi la più grande ricerca nel campo delle energie solari degli ultimi anni.

Un altro grande obbiettivo sarebbe quello di eliminare il problema energetico nelle aree più isolate e remote del Pianeta. Grazie a questa tecnologia le Torri Solari elimineranno l’uso di combustibili, non produrranno rumore e non emetteranno gas serra. L’inquinamento nel luogo di installazione è ridotto minimo al minimo indispensabile e al termine del loro ciclo di vita, gli eliostrati potranno essere riciclati per realizzare dei nuovi impianti. Tutto ciò sarebbe un grande traguardo per il futuro del nostro Pianeta e per le nuove generazioni.