Costellazione Mosca, caratteristiche, stelle principali e mitologia

28 Ago 2018

OSR blog post

La costellazione della Mosca è una delle 88 costellazioni moderne, situata nell'emisfero meridionale. Di seguito, ecco la storia e le caratteristiche principali di un arcipelago di stelle ricco di fascino.

The history and mythology of the Moscow constellation

The origins of the Moscow constellation contain several very interesting stories. Perhaps not everyone knows that this agglomeration was initially called by the name of Apis, or Bee . However, this denomination had too many similarities with the other Latin term Apus, which corresponded to the Bird of Paradise. For this reason, it was decided to change the name to Musca Australis , also because in the distant past the constellation of the Moscow Borealis also existed. The latter later disappeared. The first absolute cataloging dates back to 1590, by two navigators from the Netherlands, Keyser and de Houtman. Eight years later, it was included by Plancius in his maps, but without any name being given to it. In 1600, Jodocus Hondius the Elder inserted Moscow and considered it as a constellation to be incorporated into the adjacent Chameleon .

The features and exact positioning

The Constellation of Moscow is located slightly south of the Southern Cross , as well as not far from the southern Milky Way . The exact location does not present particular difficulties, but the northern part of the space archipelago is obscured by Coalsack , a particular nebula. At the same time, the other portion of the constellation is also not perfectly visible due to the presence of further dark nebulae. Unfortunately it is not possible to observe the Fly from Italy, given that it is too far from the latitudes in which the country is located. Those in the southern regions of the Earth can take a look at the array of stars at virtually any time of day and any time of year. At the same time, north of the Tropic of Cancer it is not possible to see anything due to its position.

The main stars of the Moscow constellation

Like any other constellation, the Moscow constellation is made up of a long series of stars of various sizes. Let’s see which ones are considered most important by scholars:

  • The Alpha star is undoubtedly the brightest, even if its overall brightness is rather limited. Its magnitude fluctuates around the value of 2.70 and its distance from Earth is approximately 315 light years. It is also known by the name of Miya , which means Moscow in Greek. It is clearly visible from the southern hemisphere, less so from tropical areas.
  • La stella Beta è nota anche come Diptera. La sua magnitudine apparente è pari a 2,91 ed è costituita da una coppia di stelle blu. La sua distanza dalla Terra è di 341 anni luce e la sua visualizzazione è possibile anche se ci si ritrova in agglomerati urbani piuttosto popolati.
  • La stella Delta è la terza più luminosa in assoluto della costellazione della Mosca. La distanza rispetto al sistema solare è di soltanto 91 anni luce, con una magnitudine apparente di 3,62. Può essere osservata senza difficoltà dalle zone temperate, mentre solo parzialmente dalle regioni tropicali.
  • La stella Lambda si piazza al quarto posto tra le stelle più luminose di Mosca e ha una magnitudine di 3,62. La distanza complessiva dal sistema solare è di circa 127 anni luce. Anch’essa può essere osservata molto facilmente dall’emisfero australe, mentre dal nord in maniera parziale.
  • La stella Gamma ha una distanza di 325 anni luce dal sistema solare e la sua magnitudine è pari a 3,83. È possibile individuarla anche dagli agglomerati urbani di piccole dimensioni, soprattutto dalle regioni temperate.

Alle stelle già citate, bisogna aggiungere una sequenza di stelle doppie dall’ottica abbastanza ampia. Inoltre, ci sono delle stelle variabili la cui lucentezza risulta piuttosto limitata. In quest’ultima categoria possono essere racchiuse le Cefeidi, che possono essere quasi visualizzate ad occhio nudo in caso di determinate congiunture astrali.

Gli altri oggetti e sistemi planetari nell’orbita della Mosca

Oltre alle stelle, numerosi altri oggetti celesti fanno parte della costellazione della Mosca. Numerose polveri interstellari circondano le varie stelle, ma non ne fanno parte in maniera diretta. Al sud dell’insieme di corpi stellari, è possibile riscontrare due ammassi globulari dalle dimensioni piuttosto evidenti.

  • Il primo si intitola NGC 4833 ed è leggermente a nord rispetto alla stella Delta Moscae, con una distanza di 21 mila anni luce dal Sole
  • Il secondo ammasso ha il nome di NGC 4372 ed è distanze mezzo grado a sud-ovest da Gamma Muscae, con una distanza di circa 20 mila anni luce rispetto al Sole.

Agli ammassi globulari bisogna aggiungere due nebulose planetarie:

  • La Nebulosa Clessidra si trova ad 8000 anni luce dal pianeta Terra e presenta una particolare forma simmetrica. È molto giovane e la sua espansione è dovuta ad un vento solare che si allarga nella sua nube.
  • The nebula NGC 5189 is 3000 light years from Earth and its shape is somewhat bizarre and irregular, similar to the letter S.

Finally, we must not overlook the presence of the star HD 111232 , which has various similarities with the Sun and contains a sort of small solar system . Certainly, inside there is a large gaseous planet.