Saturno: un evento da non perdere agli albori dell’estate

From the OSR Blog

Trascorrono le stagioni e le meraviglie del cielo stellato passano inosservate a tutti noi: vuoi per la frenesia, compagna instancabile delle nostre giornate, o per la presenza, sempre più massiccia, di luci per strada, abbiamo perso interesse verso questo splendido scintillante manto stellato che soverchia e domina tutti noi.

Qualcuno ha pensato di aprirci gli occhi, almeno in qualche occasione speciale e destarci da questo torpore dandoci la possibilità di scrutare cotanta bellezza. Un doveroso grazie dunque ai fautori della quarta edizione dell’evento “Occhi Su Saturno” la grande manifestazione prevista per la sera del 20 Giugno che permetterà in tutta Italia osservazioni al telescopio di Saturno e, più in generale, delle altre meraviglie del cielo stellato.

Il fascino e la magia del solstizio d’estate

Si dovrà attendere a lungo il buio nella notte più corta di tutto l’anno, la sera del 20 giugno è alle porte. Il crepuscolo astronomico troverà conclusione solo alle 23:39 … ma l’attesa verrà decisamente compensata, perché da quel momento, il cielo stellato, in tutta la sua straordinaria bellezza, regalerà uno spettacolo  immenso, unico.

Un’occasione da non perdere per gli amanti dell’astronomia che potranno osservare Saturno, il pianeta inanellato più affascinante del nostro intero sistema solare, che potrà essere scrutato in tutta la sua trionfale bellezza nel giorno che precede il solstizio d’estate.

Sono 109 gli eventi distribuiti in Italia, con la precisione in ben 18 regioni italiane e finanche in Svizzera: questi i numeri con i quali ha inizio questo evento straordinario.

Anche quest’anno dunque il solstizio d’estate ci porterà con sé un’occasione unica.

Saturno: il pianeta con gli anelli che non smette di incantare

Centinaia di telescopi verranno messi a disposizione di tutti e, grazie alla collaborazione di esperti astronomi ed appassionati in materia, i tre astri più brillanti del nostro pianeta sfoggeranno in tutto il loro fulgore: Luna, Venere e Giove. Più a sud, dominerà lo spettacolo, Saturno, il protagonista indiscusso della serata.

Una scelta più che giustificata quella di puntare i riflettori su Saturno, atteso che il pianeta ha da poco raggiunto le migliori condizioni di visibilità dell’anno.

L’inclinazione dei suoi anelli, poi, concorrerà a rendere lo spettacolo ancora più emozionante visto che, in questa occasione, essi si presenteranno più visibili di quanto non accada normalmente.

Il fascino di Saturno è dunque destinato a non tramontare:  secondo pianeta più massiccio dopo Giove, gigante gassoso con un raggio medio ben 9,5 volte più grande di quello della Terra, esso rimane nell’immaginario collettivo il pianeta più curioso dell’intero sistema solare.

Peccato che il suo diametro sia troppo piccolo per poterlo percepire ad occhio nudo: esso sarà destinato ad apparire ai nostri occhi sempre come un puntino, a meno di non utilizzare appunto telescopi.

Per coloro che non ne disponessero, come si vede, le occasioni comunque non mancano così come non manca la possibilità di conoscere particolari suggestivi che difficilmente la mera lettura di informazioni prelevate da testi e dai media potrà essere in grado di regalare.

L’Italia tutta si prepara dunque ad ospitare un evento esclusivo, da non perdere.

Segna in agenda questa data: dovrai attendere un anno ancora per poter rivivere questa favolosa esperienza.