Energia oscura: cos’è, scoperta e spiegazione

10 Ago 2022 - Tag:

OSR blog post

Non tutto ciò che conosciamo nel nostro universo ha un nome: difatti, più del 70% di ciò che abbiamo è costituito da energia oscura, che è rappresentata da della materia che noi, neanche con gli strumenti più tecnologici, riusciamo a vedere e analizzare.
Si tratta dunque di una materia atomica, costituita da elementi elementari e presenti nell'atmosfera, i quali forniscono delle spinte a causa della rottura dei legami fisici e chimici, andando così a permettere l'espansione dell'universo. Tale teoria è stata ipotizzata parecchio tempo addietro, da parte degli scienziati e degli astronomi dell'epoca, ma senza alcun dubbio ancora oggi sono in corso numerosi studi in merito.

Nonostante ci siano tantissimi altri aspetti da dover scoprire e considerare, l’energia oscura è un argomento davvero vastissimo e ancora poco esplorato da parte degli esperti: sarà necessario del tempo per poterne conoscere di più, siccome è una tematica attualmente studiata e considerata nei minimi dettagli.

Sei interessato a scoprire tutto quello che c’è da sapere in merito all’energia oscura? Ottimo, allora non possiamo fare altro che consigliarti di procedere nella lettura del nostro articolo, proprio perchè cercheremo di analizzare ogni singolo dettaglio che devi assolutamente conoscere relativamente ad una questione molto importante e di forte interesse da parte di appassionati di questo particolare ambito, nonchè degli esperti di ciò.

Ti auguriamo quindi una buona lettura del nostro articolo!

Che cos’è l’energia oscura?

Non è molto semplice rispondere a questa domanda, proprio perchè per poter iniziare a parlare di energia oscura occorre fare un vero e proprio viaggio nella storia, siccome le caratteristiche di tale aspetto vennero scoperte sin da diverso tempo addietro.

È quindi doveroso tornare al momento in cui si scoprì dell’espansione dell’universo, in cui si cercavano di individuare le cause che portassero alle spinte delle terre per poter permettere le varie espansioni sul territorio. Difatti, ci si chiedeva come mai la gravità non riuscisse ad evitare le spinte.

Per poter immaginare la questione possiamo pensare di lanciare un oggetto in aria, che a causa della forza di gravità, a prescindere dalla sua velocità, a un certo punto tornerebbe indietro a causa delle spinte da parte dell’atmosfera. Si iniziò dunque a parlare di energia oscura, che non sarebbe altro che la spinta che si ottiene per poter spostare i vari territori e permettere l’espansione sotto questo punto di vista. Einstein, per poter spiegare una sua teoria, ovvero permettere all’universo una vera e propria stabilità, introdusse un’ipotesi fondamentale nell’astronomia e nella fisica moderna, ovvero quella della costante cosmologica.

Nonostante ciò, gli studi fisici e astronomici in merito a questa energia oscura sono in corso, proprio perché vi sono ancora dei punti vuoti e di buio da dover chiarire nel corso del tempo, anche sfruttando dei macchinari e delle strumentazioni più innovative che possano fornire delle visioni chiare e specifiche della questione.

L’effetto doppler

rappresentazione dell'effetto dopplerQuando si parla di effetto Doppler ci si riferisce ad un fenomeno fisico il quale sostiene il movimento degli oggetti che gravitano su determinate orbite. Difatti, secondo tale teoria degli oggetto sulle orbite tenderanno a muoversi in maniera alternativa da e verso l’osservatore.

Proprio a causa di questo movimento si otterrà uno spostamento che comporterà l’espansione dell’universo.

Questa teoria è senza alcun dubbio alla base di moltissimi argomenti che vengono discussi quando si parla di energia oscura.

La costante cosmologica

Dopo qualche tempo, successivamente agli iniziali studi sull’Universo realizzati da parte dei principali astrologi dell’epoca si scoprì con certezza che l’Universo continuava in maniera costante la sua espansione, ed è questo il motivo per cui la teoria della costante cosmologica fu completamente vanificata.

Lo stesso Einstein, che teorizzò proprio questo argomento, definì ciò come uno dei suoi errori principali dal punto di vista delle scoperte, tuttavia in merito a ciò, possiamo dire ad oggi che le sue parole furono troppo anticipate e non del tutto scontate. Di sicuro Einstein aveva parlato troppo presto, in merito alle teorie attuali.

Difatti, anche considerando la costante cosmologica su un universo in costante espansione, ciò che abbiamo è semplicemente un’espansione ancora più rapida ed efficace. Ad oggi, dunque, possiamo dire che questa costante è una teoria valida e perfettamente adottata da parte degli esperti.

Chiaramente, non consideriamo tale costante esattamente come fu teorizzata da Einstein, tuttavia il concetto può essere sicuramente affine. Difatti, dal punto di vista della fisica attuale questa viene considerata come una vera e propria energia oscura, ovvero l’energia che si ha in uno spazio vuoto.

energia oscuraNonostante questo spazio sia apparentemente vuoto, anche osservando una situazione analoga nel nostro quotidiano, all’interno di esso vi è un’energia dovuta a delle particelle elementari, presenti anche nell’atmosfera. Anche queste particelle elementari hanno infatti un loro ciclo di vita: nascono, crescono, si riproducono e muoiono. Questo non porta ad altro se non ad avere dei continui flussi di energia che contribuiscono alla buona riuscita delle questioni dell’universo.

Nonostante vi siano state alcune differenziazioni della teoria da quella che ipotizzò Einstein stesso, possiamo dire con certezza che lui stesso ci aveva preso in pieno con tale immaginazione, che ad oggi è una costante nel nostro universo.

Nonostante ciò, gli studi fisici e astronomici in merito a questa energia oscura sono in corso, proprio perchè vi sono ancora dei punti vuoti e di buio da dover chiarire nel corso del tempo, anche sfruttando dei macchinari e delle strumentazioni più innovative che possano fornire delle visioni chiare e specifiche della questione.

Chi ha scoperto l’energia oscura?

L’energia oscura venne in primis ipotizzata da Albert Einstein, tramite alcuni suoi studi sulla costante cosmologica, ma il tutto è ancora in corso di affinamento tramite gli ulteriori studi che vengono eseguiti da sempre sul nostro universo, al fine di diminuire tutti i dubbi che ancora oggi abbiamo.

Come facciamo a sapere se esiste la materia oscura?

Esistono delle prove che abbiamo per poter chiarire l’esistenza della materia oscura. Difatti, queste sono date dalle curve a spirale che possiamo osservare nelle galassie.

La materia oscura non si può osservare, siccome è del tutto invisibile e non ha la caratteristica di emettere delle radiazioni.

La lente gravitazionale

lente gravitazionaleQuando si parla di lente gravitazionale ci si riferisce alla materia che si può trovare nell’universo. Si può quindi parlare delle galassie, ma anche dei buchi neri, che si posizionano negli spazi guidati dall’energia oscura.

La lente gravitazionale emette della forza di gravità che guida la buona riuscita delle varie operazioni del nostro universo.

The dark energy survey

La The Dark Energy Survey non è altro che una campagna di osservazione che è stata messa a disposizione di tutti per poter studiare al meglio l’elettromagnetismo, volto proprio a comprendere le motivazioni che portano all’espansione dell’universo, nonché alle dinamiche astronomiche che guidano tale aspetto.

Conclusioni dell’articolo

Siamo così arrivati al termine del nostro articolo, in cui abbiamo avuto modo di analizzare in maniera piuttosto dettagliata tutto quello che devi assolutamente conoscere in merito all’energia oscura, un argomento particolarmente discusso e di interesse da parte di chi è appassionato dell’ambito dell’astronomia e del sistema del nostro universo. Nonostante ci siano tantissimi altri aspetti da dover scoprire e considerare, l’energia oscura è un argomento davvero vastissimo e ancora poco esplorato da parte degli esperti: sarà necessario del tempo per poterne conoscere di più, siccome è una tematica attualmente studiata e considerata nei minimi dettagli.

Quello che conosciamo tutti noi oggi è davvero molto interessante, per cui è un bene iniziare a parlarne in maniera chiara, in modo tale da non avere più alcun dubbio sotto questo punto di vista. Ulteriori scoperte saranno senza alcun dubbio diffuse e notificate a tutti gli appassionati, siccome è sempre un bene conoscere dei dettagli in più sul nostro universo che possano realmente fare la differenza.

Ti ringraziamo quindi per aver letto il nostro articolo sino a questo punto, e ci auguriamo che questo ti abbia permesso di comprendere dei dettagli e delle caratteristiche in più in merito all’energia oscura, che è fondamentale da conoscere per tutti coloro che sono particolarmente appassionati a tale ambito, così da poter non avere alcun dubbio sotto questo punto di vista!